1984

Una storia d'amore

Un sogno cominciato a messa in una gelida domenica, coronato da un matrimonio, un figlio fortemente voluto e amato e un castello con 46 vetrine illuminate anche di notte, dove abitano le più belle firme della moda internazionale.

Succede nel 1984 a Dobbiaco, un paese dell’Alto Adige a 1200 metri di altezza dove Daniela Olivieri giovane manager veronese ama trascorrere le vacanze di Natale per praticare sci di fondo. È il primo giorno di villeggiatura ed è domenica. Le campane della chiesetta sotto casa chiamano a raccolta i fedeli infreddoliti, imbacuccati dalla testa ai piedi per ripararsi dal vento forte, e dal termometro che segna -20°. 

Tra piumini, berretti, pellicce e paraorecchi un giovanotto con due occhi blu come il cielo in quota e un fisico a dir poco atletico indossa con gran disinvoltura soltanto un jeans e un maglione. Inevitabile non notarlo. Si siede accanto a Daniela. Si scambiano il segno della pace.

Ed è la scossa, il colpo di fulmine. L’inizio del sogno. Tra la giovane interprete del centro direzionale di una banca veronese, allieva di flauto al Conservatorio del capoluogo scaligero e Franz Kraler, delfino di una famiglia di imprenditori altoatesini con radici nella nobiltà austro-ungarica nasce l’amore. Il grande amore.

L’eleganza nel dna

L’eleganza nel dna

“È un aspetto dominante del mio essere che ha una parte determinante nei miei rapporti interpersonali: gli amici vecchi e nuovi, i collaboratori che mi affiancano nella routine quotidiana e perfino gli abiti che metto in vetrina io li scelgo a pelle”.

Poteva essere diverso con il marito?

“Siamo stati fidanzati per due anni perché avevo bisogno di riflettere bene sulla scelta da compiere: per sposare Franz dovevo cambiare tutto, dalla città al lavoro, ma l’amore è stato più forte di ogni indugio. Assodato il fatto che 

con lui sarei andata ad abitare anche in cima all’Everest decisi per Dobbiaco. Si trattava, però, di capire da dove cominciare per mettere in atto il nostro sogno: creare un’attività che ci legasse per sempre, con la quale poter esprimere la nostra comune passione per le cose belle...”

"Abbiamo scelto la moda"

E che moda! Da Franz Kraler c’è solo il meglio di oltre 200 griffe internazionali con abiti e accessori per l’uomo, la donna e il bambino.

“Dobbiaco è un paese di tremila anime o poco più e aprire un esercizio commerciale con prodotti di lusso era un rischio. Però c’era e c’è di buono che ci sono pochissimi negozi di abbigliamento e nessuna boutique di alta gamma.

Quindi concorrenza zero. Un altro aspetto positivo non trascurabile è che qui convergono molte valli con tanti paesi confinanti. E poi c’è il paesaggio, con le Dolomiti a far da sfondo, la cornice ideale per chi, come noi, cerca l’unicità”.

Anche nel panorama.

1986

Apre il primo negozio a Dobbiaco

“Eravamo giovani, innamorati e con tanta voglia di fare. Abbiamo cominciato a tastare il terreno, visitando maison e show room, confrontandoci con amici, conoscenti ed esperti della moda e ci siamo lanciati.

Era il 1986. Il palazzo della famiglia Kraler, ‘il castello’ come ancora oggi lo chiama la gente del posto cambiò faccia per la prima volta e ospitò, al piano terra, le nostre prime dodici vetrine”.

Casa Kraler, acquistata nel 1978 è stata costruita nel 1903 come dépendance del Grand Hotel Dobbiaco, la residenza estiva dell’imperatore d’Austria Francesco Giuseppe. Nelle sue scuderie, durante i recenti lavori di ristrutturazione e ampliamento sono stati ritrovati i bozzetti di alcuni abiti realizzati per Elisabetta di Wittelsbach, duchessa di Baviera, la principessa Sissi della famosa trilogia cinematografica.

È stata un’emozione profonda

“Avere nelle mani quei disegni così curati, precisi nel tratto, dipinti con amore e devozione chissà da chi e con i quali, prima o poi, faremo una mostra”.

La location, oggi, è più idonea che mai, non solo per la posizione geografica, o per le Tre Cime del Lavaredo che si specchiano nelle vetrine.

Perfettamente inserita nel territorio la boutique Franz Kraler è un ponte di emozioni vissute armoniosamente tra passato e futuro con un’innata e quanto mai rara inclinazione all’ospitalità.


1989

alexander

Alexander Kraler, figlio dei fondatori Franz e Daniela, ha colto il testimone dell'impresa di famiglia.

Alexander Kraler, classe 1989, consegue la laurea in marketing del turismo con una tesi sull’Alto Adige da “destinazione turistica a terra vitale” Il master in business administration in Germania sul settore retail del lusso, gli consente di applicare le sue competenze all’interno dell’azienda di famiglia. L’utilizzo sistematico delle nuove tecnologie e il know-how manageriale gli consentono di portare l’azienda alla svolta digitale proiettandola nell’era 3.0.  

2004

Apre il primo negozio a cortina

Totalmente diverso nel concept, ma perfettamente identico nella mission della coccola di lusso il multibrand aperto a Cortina d’Ampezzo nell’agosto del 2004 in corso Italia 107. Arredato come l’interno di una villa cortinese calda e accogliente, con i materiali naturali e pavimenti in pietra e legno recuperati da fienili e vecchi rifugi abbandonati si affaccia sulla piazza-salotto del più esclusivo luogo di villeggiatura delle Dolomiti. Nel corso degli anni con i suoi molteplici allestimenti, è stata sede di eventi unici e indimenticabili.

Nel cuore delle Dolomiti

Dietro ai 41 luminosissimi box-vetrina, illuminati anche di notte con led colorati a basso consumo energetico è a disposizione di tutti la gioia di fare shopping in un’atmosfera (a dir poco) accogliente: dal privée con caminetto e sala da the annessa, allo spazio nursery con i pupazzi di peluche, lo schermo 3d per i film di animazione e le automobiline a pedali; dal bar con stube sempre aperto, all’area relax per accogliere i disabili; dalla vestaglia-kimono in cashmere leggero d’inverno e di freschissimo lino d’estate, a disposizione nelle cabine di prova insieme alle ciabattine con il logo, all’immenso, accogliente terrazzo, dove c’è 

posto anche per la cuccia e le ciotole riservate agli amici a quattro zampe e dove chi fuma viene invitato a usare i portacenere inseriti, a scomparsa, nelle ringhiere di ferro battuto.

“La nostra mission è quella di mettere a proprio agio chiunque entri, ma anche a cercare e proporre ciò che a noi piace senza mezze misure. I clienti, che per noi sono tutti importanti senza nessuna distinzione tra chi è famoso e chi è un signore qualunque lo hanno capito. E qui si sentono come a casa”.

C’è chi viene in macchina e trova agevolmente un parcheggio a disposizione. Chi, invece, preferisce l’elicottero. Anche in questo caso, tutt’altro che raro, l’atterraggio davanti al negozio fa parte delle specialità della casa.

All’ultimo piano, sotto un tetto di vetro l’elegante e accogliente appartamento dei Kraler.

 “Non è una foresteria ricavata da un solaio per pura comodità, ma è parte integrante del nostro lifestyle che non contempla divisioni tra lavoro e vita privata. Per dodici ore siamo impegnati nella nostra attività, ma la sera ci vogliamo sentire come in vacanza e vedere, sopra di noi, il cielo e le nostre montagne. Per rigenerarci, giorno dopo giorno a ogni spuntar del sole”.

2013

10 valore assoluto

Quando lo spazio diventa emozione
Quando lo spazio diventa emozione
Quando lo spazio diventa emozione

Quando lo spazio diventa emozione

Franz Kraler festeggia i 10 anni di attività a Cortina con un radicale intervento di ristrutturazione della rinomata sede di Corso Italia 107. Un negozio concettuale che rinuncia ai criteri formali e culturali della tradizione ma si proietta nel futuro allestendo nell’area esterna una piazza multimediale con sistema di comunicazioni satellitare autogestito.

All’interno una cornice unica , una galleria d'arte, un palco di teatro in cui abiti e accessori dei più importanti brand di ricerca entrano in scena. Tutto si muove di conseguenza: luci, scenografie, installazioni... per presentare quello in cui si crede, vivendo quel sogno che ogni giorno accompagna la vita. 

2015

franz kraler 92

Heritage e innovazione... una nuova avventura di stile

Il 5 dicembre 2015 è stato inaugurato il nuovo spazio Franz Kraler in Corso Italia 92, ai piedi dell’Hotel Cortina. 

Sette vetrine nella posizione più centrale e prestigiosa della via dello shopping per eccellenza.

L’ambiente si sviluppa in un sofisticato equilibrio tra elementi rétro e tecnologie hi-tech: mensole luminose in vetro esaltano i materiali impiegati come il legno di rovere naturale, il cirmolo laccato e la pelle. 

Unicità, eleganza esclusività, un microcosmo dove si mescolano realtà e desiderio, preziose memorie e rivelazioni, testimonianze di antichi saperi e accenni di mondi in evoluzione”. 

“L’ennesima sfida e un grande impegno personale e professionale per il rilancio dell’immagine di Cortina d’Ampezzo e dell’imprenditoria illuminata, capace di promuovere gli aspetti più contemporanei della cultura moderna e preservare nel tempo tradizioni altrove scomparse”. 

2016

Il castello di dobbiaco

centro di gravità mai permanente
centro di gravità mai permanente
centro di gravità mai permanente

centro di gravità mai permanente

La famiglia kraler inesauribile fonte di idee e progetti di nuovo stupisce ed entusiasma il castello di luce che padroneggia dobbiaco diventa il centro di gravità della moda di tutto il nord est. 

Non è infatti solo alla gratificazione dell’acquisto che i Kraler mirano: una visita al luxury store di Dobbiaco è una shopping experience che si trasforma in una vera esperienza sensoriale e artistica. 

Ancora una volta, la famiglia Kraler ha tradotto il macrocosmo del fashion in una location d’arte e design senza paragoni, una boutique destinata da subito a diventare punto di riferimento di chiunque ricerchi l’esclusività delle più importanti griffe internazionali. 

Un luogo contemporaneo sbalorditivo e inaspettato

centro gravitazionale di un mondo unico, permeato dalla volontà di coniugare idee, arte e tendenza. Una location che ambisce ad essere palcoscenico esclusivo di sfilate, appuntamenti culturali, esposizioni ed eventi di show-cooking o di design. 

L’hub del fashion si amplia così divenendo anche il fulcro della cultura. E non sorprende la scelta di un’architettura compatibile e integrata nella natura, quasi interamente autosufficiente in termini energetici e di consumo. Un modo di immergersi nel futuro tenendo ben salda la mano del passato, tra antiche scuderie di appartenenza regale e sperimentazioni architettoniche che sono come un vestito haute couture, appositamente cucito addosso alla personalità di Daniela, Franz e Alexander dalla maestria dagli architetti Andrea e Luca Marastoni, collaudati compagni d’avventura di ogni loro lampo creativo.

Qui la moda interagisce con il territorio e mira al domani. Due piani interrati, perfettamente nascosti, catturano la luce del sole attraverso una lunga vetrata e una parete in foglia d’oro interpreta la preziosità di quanto i Kraler serbano nella propria romantica alcova. Polifunzionale per nascita, l’ampliamento di Via Dolomiti 46, crede nelle persone e nelle idee e, quasi a ricordare una grotta, richiama il profilo più riservato dei Kraler, quello che parla di sincerità, di modi gentili e d’impegno.


Una composizione architettonica che conferma l’ingegno di Franz e Daniela nel decodificare la sfera della moda e dell’arte in senso lato, ampliando il concetto di shopping experience anche al di fuori della boutique. Continuamente mutando, con creatività e ricercatezza, perché anticipare è ciò che più li contraddistingue. 

In attesa di conoscere cosa ci riservano per il domani. L'ecocompatibilità diventa una necessità di vita sistemi di risparmio energetico come isolanti all'avanguardia, strutture realizzate con materiali tipici del posto, con l'adozione di sistemi costruttivi modulari e versatili.

La realizzazione sotto terra richiama la grotta, il desiderio ancestrale di ripararsi dal freddo e proteggersi senza essere visti ed è proprio questo il nostro obbiettivo, e proprio dalla terra viene la nostra energia adottando un sistema geotermico che ci permette di utilizzare da differenza di temperature per produrre calore o raffreddamento a costo 0!

Il rispetto per l’ambiente e per le architetture circostanti segna il rispetto per tutto quanto ci circonda, crediamo che se ci fosse più rispetto e consapevolezza del valore che abbiamo la vita di tutti noi sarebbe migliore. Non per desiderare di avere di più, ma per vivere meglio tutti, fieri ognuno per quello che possiede.

2017

chalet fendi

2018

gourmet festival

2019

etro home

2017

FK Uomo in corso italia 76

Un palazzo di tre piani dedicati alla moda maschile, in corso italia 76 si affaccia sulla piazza della Conchiglia, cuore pulsante del centro cittadino. 

 Loro Piana, Cucinelli, Kiton, marchi che appartengono alla classica tradizione sartoriale ma anche Gucci, Saint Laurent, Valentino, Balmain trovano nell’importante struttura architettonica una risposta alle esigenze di valorizzazione del lusso. 

Il salotto dell’area camino al piano alto, una vera e propria area dedicata alla conversazione e al relax. Sui muri, spiccano le opere dell’artista fotografo Antonio Guccione dedicate a tre grandi stilisti scomparsi: Versace, Moschino, Ferrè. un’aria di atelier del lusso al maschile, sottolineata da quell’immagini fotografiche che accolgono l’ospite al suo ingresso.

Un percorso nell’esclusività, in quello spazio-uomo fatto non solo di abiti, ma di un concept che parte da lontano. È la profonda conoscenza di Franz e Daniela delle regole del lusso e dei desideri dei clienti, che rende tangibile l’essenza del bello e del glamour. 

2017

Cortina prospettiva k

Il nuovo mosaico del lusso

La Prospettiva Kraler è un’angolazione privilegiata, un terzo occhio per guardare quello che troppo spesso non si vede. “La luce dietro l’imbrunire”, (Battiato: Prospettiva Nevsky), è un modo altro di afferrare un’opportunità in piena autonomia.

Parafrasando Gogol, la Prospettiva Kraler è l’imbocco alla scoperta, seguendo quell’odore imperativo e delicato di promesse future, ineluttabili quanto il desiderio. Ecco perché Prospettiva K non è solo un luogo ma uno stato d’animo, un punto ineludibile che scatena suggestioni, il calore dopo il gelo, la certezza dopo i dubbi, un ventre morbido dalle infinite promesse.

Franz Kraler a Cortina, in Corso Italia 119, è il primo department store del lusso delle Dolomiti; il negozio perfetto che fonde corner e salottini dedicati, per presentare al meglio le collezioni di ogni stagione. 

Raffinato e versatile, si sviluppa su due piani, con la zona dedicata all’abbigliamento maschile al primo livello interrato e il meglio delle collezioni donna al piano terra. Al piano rialzato le ampie vetrine si affacciano sulla piazza antistante e godono della fantastica prospettiva di tutto il Corso fino al campanile della chiesa.

Risalendo il Corso, prima di raggiungere la parrocchia di San Filippo e Giacomo s’incontra al civico 76, il primo dei negozi Franz Kraler che ospita da dicembre 2020 la prima boutique Louis Vuitton delle Alpi Italiane. Uno spazio elegante e contemporaneo, in cui tra arredi vintage e opere d'arte, la Maison presenta le proprie collezioni Donna e Uomo di borse, accessori, abbigliamento, scarpe, gioielli, orologi, fragranze e gli iconici set da viaggio.

Al civico 92 sette vetrine ai piedi dello storico Hotel Cortina sono dedicate alla moda bimbo. Il nuovo concept dal design sperimentale dello storico spazio di Corso Italia 107 è ormai invece la cornice unica della Maison Dior.

Corso Italia a Cortina è senza ombra di dubbio il punto di riferimento del jet set italiano: è per tale ragione che il sogno era quello di ricucire il tessuto urbano con una serie di negozi che proponessero un customer journey, un’esperienza di shopping che va al di la del semplice acquisto. Una storia di cura e attenzione verso il cliente in nome della professionalità, del sentimento, della tradizione e delle radici a cui si è legati.  

Tutto questo risistemando edifici relativamente nuovi, regalando alla loro architettura un carattere inconfondibile di alto livello, un’anima per offrire una degna cornice alle Maisons più importanti del mondo.


multibrand store di Corso Italia 119
multibrand store di Corso Italia 119
multibrand store di Corso Italia 119

multibrand store di Corso Italia 119

Il multibrand store di Corso Italia 119, presenta tra corner e aree dedicate i brand più importanti del panorama fashion internazionale Gucci, Saint Laurent, Burberry, Fendi, Valentino, Bottega Veneta, Celine, Balenciaga Loro Piana e Chloè. Presenti nella boutique le calzature in esclusiva per Franz Kraler di Hogan, Jimmy Choo e Roger Vivier.

Vetrine speciali e allestimenti sono realizzati ad hoc dalle piu prestigiose maison a suggellare la partnership con il multibrand di Cortina, una piazza che, in vista delle Olimpiadi invernali del 2026, è sempre più protagonista della scena mondiale.



così cortina cresce

Cambia, si moltiplica. Con puntualità geografica e temporale, “i Kraler”, come ormai è conosciuta questa famiglia così unita dal punto di vista affettivo e imprenditoriale, hanno aggiunto un altro tassello al loro ambìto mosaico del lusso. Lungo Corso Italia, una costellazione di FK racconta oggi una storia di coraggio e efficienza, ma soprattutto di gusto e passione, frutto di una strategia premiante che punta sul territorio e sul cliente, sempre al vertice della piramide delle scelte di Franz, Daniela e Alexander. 

I multibrand di Corso Italia dedicati alla donna, agli accessori donna, al bambino e all’uomo rappresentano una sorta di cattedrale del lusso, un’esperienza rituale che vuole riportare l’atto dell’acquisto al “touch dress” piuttosto che al “touch screen”.

I Kraler riportano i negozi sul territorio, ridando valore alla ritualità dello shopping, fatto di persone che sanno capire, accogliere e consigliare.


Nuovo spazio uomo in corso italia 111

In seguito alla nuova partnership con la celebre maison Louis Vuitton le collezioni abbigliamento accessori uomo trovano la loro cornice ideale negli spazi di corso Italia 111 un ambiente dai toni caldi dedicato alle linee sartoriali ma anche ai capi più all’avanguardia del panorama 

fashion internazionale al piano direttamente inferiore alle collezioni donna. Proposte femminili e maschili ricompongo il mosaico del lusso in un dialogo di prossimità all’interno di un unico building dedicato alla moda e al lusso.

2019

Franz Kraler - Dior

Nasce nello storico negozio di Corso Italia 107 a Cortina la boutique Dior

Sulla facciata spiccano dei baobab (alberi della vita e simbolo di eternità) blu e oro, come un invito alla magia e al sogno. Celebrando lo spirito natalizio secondo Dior, questo scrigno accogliente mette in risalto il camouflage e i suoi disegni ipnotici proposti in sfumature blu notte o kaki. I modelli iconici tra cui l’emblematica Small Book Tote sono ricamati in esclusiva con il nome “Cortina” e la linea TravelDior, vera e propria ode all’arte del viaggio. 

2020

nuovo atto

un nuovo multibrand store del lusso nel centro di Bolzano

Il tempo nella moda è più tiranno che in altri settori ed impone ritmi serrati senza concedere mai riposo! L’abitudine è una nemica da combattere e la novità pretende spirito di sacrificio!

Ecco che non esiste pandemia, non esiste il momento di riflessione … lo show deve continuare e fedele alle sue regole la famiglia Kraler storico multibrand store di Dobbiaco e Cortina ristruttura e rinnova il negozio di Bolzano.

Una nuova meta dello shopping di lusso: lo store, situato al civico 4 di via Leonardo da Vinci, alle porte del centro storico.

Uno stile sobrio, lineare, dominato da colori chiari e molta luce, una galleria d’arte contemporanea dove le opere sono i capi delle collezioni moda dei più importanti brand internazionali, appositamente scelti e selezionati da Daniela Kraler.


Lo spazio è diviso su tre livelli distinti per permettere una organica distribuzione dei capi e distinzione con accessori e calzature, già dall’ingresso si può immediatamente riconoscere lo spazio che ci interessa per poter immediatamente raggiungere l’area dei nostri sogni, il consiglio è quello di visitarle tutte!  

Ora è Bolzano a brillare sotto i riflettori con una proposta inedita, legata al mondo del lusso. 

Una sfida per la famiglia Kraler che, ambisce non solo a diventare punto di riferimento per chiunque ricerchi l’esclusività delle griffe internazionali, ma che aspira ad alimentare il tessuto artistico-culturale della città, coniugando idee, arte e tendenze.

2020

Franz Kraler - Louis Vuitton

Dicembre 2020, La Regina delle Dolomiti, ospita la prima boutique Louis Vuitton delle Alpi Italiane.

Un progetto fortemente voluto dalla Maison, che ha scelto di unire le proprie forze con Franz Kraler, che ospita in esclusiva, in uno dei propri spazi storici al numero 76-78 di Corso Italia , l’intera gamma di prodotti del brand.

Uno spazio elegante e contemporaneo, in cui tra arredi vintage e opere d'arte, la Maison presenta le proprie collezioni Donna e Uomo di borse, accessori, abbigliamento, scarpe, gioielli, orologi, fragranze e gli iconici set da viaggio.